IMU E TASI 2017: COME CALCOLARE RATA DI GIUGNO

La rata quest’anno dovrà essere versata entro il 16 giugno. Le modalità di calcolo sono le stesse per le due imposte.
Calcolo Imu e Tasi

Per il calcolo dell’Imu e della Tasi 2017 bisogna partire dalla rendita catastale, presente nel rogito o nel contratto d’affitto dell’immobile. Se non ci conosce la base imponibile è possibile effettuare una visura catastale gratuita sul sito dell’Agenzia delle Entrate o in uno degli uffici presenti sul territorio di pertinenze.
Successivamente è necessario:

Rivalutare la rendita del 5%
Moltiplicare la rendita rivalutata per il coefficiente di ogni immobile per cui si effettuano i versamenti
Moltiplicare il risultato ottenuto per le aliquote deliberate da ogni Municipio

Coefficienti imu 2017 e tasi coefficiente di moltiplicazione

I coefficienti che devono essere applicati alla rendita catastale variano a seconda di categoria catastale a cui appartengono gli immobili. In particolare:

Coefficiente di moltiplicazione 160 : categoria A (esclusa la A10), categoria C2, C6, C7
Coefficiente di moltiplicazione 140: categoria B, C3, C4, C5
Coefficiente di moltiplicazione 80: Categoria A/10, D/5
Coefficiente di moltiplicazione 65: categoria D (esclusa la D5)
Coefficiente di moltiplicazione 55: categoria catastale C1